La XXV Edizione del Premio Borsellino all’Istituto Di Poppa Rozzi di Teramo Incontro sul tema “La paura non perdona”

Mercoledì – 27 Ottobre – Ore 10.30
TERAMO – Istituto Istruzione Superiore “Di Poppa Rozzi

Presentazione del Libro “LA PAURA NON PERDONA”

Saluti
Caterina Provvisiero
Dirigente Scolastica
Filippo Lucci
Presidente Consorzio Punto Europa
Interviene
Luigi Leonardi
Autore del libro, Testimone di Giustizia Imprenditore

La XXV Edizione del Premio Borsellino in collaborazione con Scuola-Zoo a Teramo con gli studenti del Liceo Statale G.Milli. Incontro sul tema “La paura non perdona”

Martedì – 26 Ottobre – Ore 10.30
TERAMO – Sala Polifunzionale Provinciale

Presentazione del Libro “LA PAURA NON PERDONA”

Saluti
Manuela Divisi Dirigente Scolastica Liceo Statale G.Milli
Umberto D’Annuntiis Sottosegretario Regione Abruzzo
Tommaso Navarra Presidente del Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga
Interviene
Luigi Leonardi Autore del libro Testimone di giustizia, Imprenditore
Modera
Francesca Martinelli Associazione Falcone e Borsellino

La XXV Edizione del Premio Borsellino a Montorio con gli studenti dell’Istituto comprensivo. Incontro sul tema “La paura non perdona”

Lunedì 25 Ottobre – Ore 11
MONTORIO – Sala Conferenze degli Zoccolanti

Presentazione del Libro “LA PAURA NON PERDONA”

Saluti
Eleonora Magno Dirigente Scolastica Istituto Comprensivo
Fabio Altitonante Sindaco di Montorio
Interviene
Luigi Leonardi Autore del libro, Testimone di giustizia, Imprenditore

L’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII ospita il Premio Borsellino per il terzo incontro sul tema: “Ambiente e Legalità”

Sabato 23 Ottobre – Ore 10.30
PINETO – Istituto Comprensivo Giovanni XXIII

Incontro sul Tema: “Sentieri Etici: Ambiente e Legalità”

Saluti
Sabrina Del Gaone Dirigente Scolastico
Robert Verrocchio Sindaco di Pineto
Pietro Quaresimale Assessore Regionale all’Istruzione
Intervengono
Tommaso Navarra Presidente Nazionale le Parco del Gran Sasso e Monti della Laga
Filippo Lucci Presidente Consorzio Punto Europa (COPE)

XXV Edizione del Premio a Roseto – Istituto Comprensivo 2 – Fedele Romani. Riflessioni sul tema “Ambiente e Legalità”

Venerdì 22 Ottobre – Ore 9.30
Roseto degli Abruzzi – Istituto Comprensivo 2 – Scuola Media Fedele Romani

Incontro sul Tema: “Ambiente e Legalità”

Saluti
Anna Lisa Barbone Dirigente Scolastica
Interviene
Massimo Fraticelli Ambientalista WWF Abruzzo – Referente Aree protette Moutain Wilderness

XXV Edizione del Premio a Pineto – Istituto Comprensivo Giovanni XXIII. Riflessioni sul tema “Sentieri Etici, Ambiente e Legalità”

Giovedì 21 Ottobre – Ore 10.30
PINETO – Istituto Comprensivo Giovanni XXIII

Incontro sul Tema: “Sentieri Etici: Ambiente e Legalità”

Saluti
Sabrina Del Gaone
Dirigente Scolastico
Robert Verrocchio Sindaco di Pineto
Intervengono
Massimo Fraticelli Ambientalista WWF Abruzzo – Referente Aree protette Moutain Wilderness
Adriano De Ascentiis Direttore Riserva naturale Oasi WWF Calanchi Atri

XXV Edizione del Premio all’Istituto Comprensivo 1 di Giulianova: “L’Eredità del pensiero di Falcone e Borsellino”

Mercoledì 20 Ottobre – Ore 10
GIULIANOVA – Istituto Comprensivo 1

Presentazione del libro “NOI, GLI UOMINI DI FALCONE“

Saluti
Carmen Di Odoardo Dirigente Scolastica
Interviene
*Angiolo Pellegrini Autore del libro, Generale dei Carabinieri Collaboratore di Falcone e Borsellino

*Angiolo Pellegrini, protagonista della XXV Edizione del Premio, ha scelto di portare la sua testimonianza insieme ai giovani studenti delle scuole di Pescara, di Giulianova, di Pineto e Roseto.
Certamente, il nome di Angiolo Pellegrini, non dice nulla ai giovani di oggi, ma il Generale Pellegrini, Comandante dell’Anticrimine dei Carabinieri di Palermo, è stato uomo di fiducia di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino, uno dei protagonisti indiscussI di uno spaccato storico e sociale degli anni difficili della criminalità organizzata nel nostro Paese. E’ stato a capo della Sezione, istituita dai Carabinieri, per combattere la criminalità organizzata, i “Viddani” di Totò Riina, le famiglie storiche dei Bontade, degli Inzerillo e dei Badalamenti.

Per questa ragione, gli “uomini di cosa di nostra” lo chiamarono “il mastino”. Ha diretto le indagini che hanno visto protagonista “Buscetta” il capo dei capi, arrestato in seguito in Brasile alla fine del 1983.
In seguito a quelle indagini nacque il Maxiprocesso, operazione che vide uno sparuto gruppo di uomini coraggiosi combattere per dare una nuova speranza alla Sicilia e all’Italia. Ma sappiamo che non è così!

Riflessioni a Scuola: “L’Eredità del pensiero di Falcone e Borsellino”

Martedì 19 Ottobre – Ore 10
PESCARA – Istituto Comprensivo PE4

Presentazione del libro “NOI, GLI UOMINI DI FALCONE

Saluti
Daniela Morgione Dirigente Scolastica
Interviene
*Angiolo Pellegrini Autore del libro, Generale dei Carabinieri Collaboratore di Falcone e Borsellino

*Angiolo Pellegrini, protagonista della XXV Edizione del Premio, ha scelto di portare la sua testimonianza insieme ai giovani studenti delle scuole di Pescara, di Giulianova, di Pineto e Roseto.
Certamente, il nome di Angiolo Pellegrini, non dice nulla ai giovani di oggi, ma il Generale Pellegrini, Comandante dell’Anticrimine dei Carabinieri di Palermo, è stato uomo di fiducia di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino, uno dei protagonisti indiscussI di uno spaccato storico e sociale degli anni difficili della criminalità organizzata nel nostro Paese.
E’ stato a capo della Sezione, istituita dai Carabinieri, per combattere la criminalità organizzata, i “viddani” di Totò Riina, le famiglie storiche dei Bontade, degli Inzerillo e dei Badalamenti.

Per questa ragione, gli “uomini di cosa di nostra” lo chiamarono “il mastino”. Ha diretto le indagini che hanno visto protagonista “Buscetta” il capo dei capi, arrestato in seguito in Brasile alla fine del 1983.
In seguito a quelle indagini nacque il Maxiprocesso, operazione che vide uno sparuto gruppo di uomini coraggiosi combattere per dare una nuova speranza alla Sicilia e all’Italia. Ma sappiamo che non è così!

Programma Scuole XXV Edizione del Premio Borsellino 2021

• Lunedì 18 Ottobre – Ore 11
IPSSEOA F. De Cecco di Pescara

Incontro dal Tema: “L’Eredità di Falcone e Borsellino”

Saluti
Alessandra Di Pietro Dirigente Scolastica
Pietro Quaresimale Assessore Regionale all’Istruzione
Intervengono
*Angiolo Pellegrini Generale dei Carabinieri Collaboratore di Falcone e Borsellino
Anna Rita Mantini Procuratore f.f. Procura Repubblica Pescara

*Angiolo Pellegrini, protagonista della XXV Edizione del Premio, ha scelto di portare la sua testimonianza insieme ai giovani studenti delle scuole di Pescara, di Giulianova, di Pineto e Roseto.
Certamente, il nome di Angiolo Pellegrini, non dice nulla ai giovani di oggi, ma il Generale Pellegrini, Comandante dell’Anticrimine dei Carabinieri di Palermo, è stato uomo di fiducia di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino, uno dei protagonisti indiscussI di uno spaccato storico e sociale degli anni difficili della criminalità organizzata nel nostro Paese.
E’ stato a capo della Sezione, istituita dai Carabinieri, per combattere la criminalità organizzata, i “viddani” di Totò Riina, le famiglie storiche dei Bontade, degli Inzerillo e dei Badalamenti.

Per questa ragione, gli “uomini di cosa di nostra” lo chiamarono “il mastino”. Ha diretto le indagini che hanno visto protagonista “Buscetta” il capo dei capi, arrestato in seguito in Brasile alla fine del 1983.
In seguito a quelle indagini nacque il Maxiprocesso, operazione che vide uno sparuto gruppo di uomini coraggiosi combattere per dare una nuova speranza alla Sicilia e all’Italia. Ma sappiamo che non è così!