Officina Legalità – Individualità e Testimonianze

Il Premio Nazionale Paolo Borsellino, in collaborazione con l’IPSSEOA “De Cecco” di Pescara e l’I.I.S. Vincenzo Moretti di Roseto degli Abruzzi, nonostante l’attuale situazione straordinaria, ha ritenuto opportuno continuare il percorso di “Educazione alla Legalità”, ormai consolidato negli anni, anche attraverso le tante collaborazioni che hanno contribuito a diffondere la cultura della legalità, quale presupposto fondante intorno al quale gira tutta l’attività del Premio Nazionale Paolo Borsellino.

Perché vogliamo esserci?

“Perché nell’attuale periodo di transizione, vogliamo favorire tale cambiamento con una mentalità che ci sproni a sognare in grande.

Rinunciamo ai tradizionali strumenti, con i quali da ormai 25 anni abbiamo condiviso e diffuso la cultura della legalità per un Paese migliore, per abbracciare la Rete, quella Rete che ci ha permesso di entrare in contatto diretto gli uni con gli altri e con la quale abbiamo scelto di entrare nella quotidianità di chi ha voglia di condividere i nostri valori e il nostro impegno.

La poetessa americana Adrienne Rich ha scrittoLa porta stessa non fa promesse. È solo una porta”, noi, al di là di quella soglia virtuale, tuttavia, vogliamo esserci attraverso le tante individualità che, in questi anni, attraverso le loro più alte intenzioni, hanno reso migliore il nostro Paese” e hanno scelto , di esserci ancora”.

Questa è stata la risposta del Presidente dell’Associazione Falcone e Borsellino Gabriella Sperandio e aggiunge, “per questa ragione, dalla prossima settimana partiremo con un nuovo programma Officina Legalità 2020” – Individualità e Testimonianze” – raccontate, in rete, da Graziano Fabrizi”.

Saranno numerosi gli ospiti intervistati: Leonardo Guarnotta, Magistrato membro del Pool antimafia di Caponnetto, Falcone e Borsellino, Luigi Savina Prefetto Vice Capo della Polizia di Stato – Presidente Emerito del Premio Nazionale Paolo Borsellino, Roberto Sparagna Sostituto Procuratore alla DDA di Torino, Fabio Anselmo e Ilaria Cucchi, etc… Dalla penna di Floriana Bulfon giornalista d’inchiesta per “L’Espresso” e “La Repubblica, passando per Giuseppe Baldassarre, scrittore e penna di “La Repubblica, Claudio Cordova fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il Dispaccio e ancora Luca Maggitti, scrittore e giornalista del Messaggero, Filippo Lucci Direttore del quotidiano La Città, Alessandra Di Pietro Dirigente Scolastica, Sabrina Del Gaone Dirigente Scolastica, Gabriella Liberatore Docente di Lettere, e tantissimi atri amici che, in tutti questi anni, ci hanno onorato con la loro presenza portando la loro diretta testimonianza e che oggi, in un modo diverso, hanno voluto esserci.

Nell’anno del suo 25° Anniversario, il Premio Nazionale Paolo Borsellino ha scelto di fare quello che fa da ben venticinque anni: condividere l’impegno verso una nuova Cultura della legalità per un Paese migliore, questa volta attraverso uno nuovo strumento.

Inoltre, un ringraziamento speciale alle tante personalità che parteciperanno e che quotidianamente lottano contro l’indiscriminato mondo del potere mafioso, a chi ci segue da anni e un pensiero speciale ai tanti ragazzi che ci dedicano ogni anno parte del loro tempo e che mai, come questo momento, hanno avuto la forza di mettere a disposizione della collettività le loro più grandi risorse per il bene di tutta la collettività.

A loro vogliamo dedicare il nostro impegno con Officina legalità 2020